Lavoroo

Mary: ho avuto la fortuna di trovare una titolare molto comprensiva.

Mi chiamo Mary. Ho scoperto d’avere l’endometriosi circa 2 anni e mezzo fa. Ma da quando ho iniziato ad avere le mestruazioni ho sempre avuto problemi. All’ inizio i disturbi erano limitati a dolori mestruali forti e continue perdite durante il mese. Con il passare del tempo i dolori erano sempre più forti. I dolori non si limitavano solo al periodo del ciclo ma anche durante e dopo i rapporti sessuali e l’ovulazione. Solo quando la situazione è diventata insostenibile sia fisicamente che psicologicamente (ciò è avvenuto quando mi stavo sposando), ho deciso di approfondire questo problema.

Nonostante i controlli annuali che ho sempre sostenuto, il risultato è stato quello di aver scoperto di avere l’endometriosi. Di conseguenza sono stata operata per togliere una cisti endometriosica all’ovaia dx e parecchie aderenze. Dopo aver fatto la cura ormonale che mi ha tenuto in menopausa per 6 mesi, avrei dovuto cercare subito la gravidanza. Ma ho preferito aspettare per paura che i farmaci che avevo assunto, avrebbero causato problemi al feto.

Dall’ inizio della mia storia ad oggi sono passati 10 anni. Solo 1 anno fa ho deciso di provare a rimanere incinta. Ma a tutt’ oggi ciò non è avvenuto, con conseguente dramma psicologico. Sia per la gravidanza che non c’è e che vorrei arrivasse senza l’aiuto di ulteriori farmaci, sia per i continui disagi fisici che come ben saprete l’endometriosi causa.

Ho avuto la fortuna di trovare una titolare molto comprensiva. Dopo avermi visto più volte star male, di sua iniziativa ha deciso di farmi stare a casa nei giorni più dolorosi del ciclo. Per questo credo che vale la pena sensibilizzare le persone che non conoscono i disagi che questa malattia provoca. Perché essi possano andare incontro a chi come me ne soffre! L’endometriosi non deve essere vissuta come una limitazione alla vita di tutti i giorni. Ma questo è possibile solo se chi ci sta vicino la conosce. E’ vero che ci sono malattie più importanti. Ma per chi come me, crede che l’endometriosi ti consuma giorno dopo giorno, è anche vero che conoscerla a fondo ti aiuta ad accettarla e risolverla. Non ci si arriva in poco tempo e, io stessa penso che di lavoro ne devo ancora fare, l’importante è voler vincere!

Un grazie a chi ci ha dato la possibilità di farci sentire, con affetto Mary.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cerca