Studi9

Facciamo chiarezza sulla dismenorrea. Due tipi di dolori mestruali.

La dismenorrea è una condizione con cui vengono indicati i dolori associati al ciclo mestruale. In alcuni casi, la essa risulta invalidante per lo svolgimento delle normali attività quotidiane. Vediamo come viene classificata dai medici.

I medici distinguono due tipi di dolori mestruali, identificandoli in dismenorrea primaria e secondaria:

  1. si parla di d. primaria nel caso in cui non vi siano cause specifiche;
  2. diversamente si è in presenza di  d. secondaria, nel caso in cui i sintomi siano legati a patologie dell’apparato riproduttivo.

Dismenorrea primaria.

Se la sofferenza è causata dalle sole contrazioni muscolari dell’utero, in concomitanza di qualche giorno prima del ciclo  mestruale fino a tre giorni dello stesso, il dolore è chiamato dismenorrea primaria. Una delle cause può essere un’eccessiva produzione di prostaglandine (sostanze che provocano contrazioni spastiche e dolorose dell’utero) o una particolare sensibilità ad esse da parte della donna. In genere si manifesta uno o due anni prima del menarca e può scomparire o attenuarsi dopo la prima gravidanza.

Dismenorrea secondaria.

La dismenorrea secondaria, che generalmente insorge in età più tradiva rispetto alla primaria, può essere causata dalla presenza di una malattia organica degli organi sessuali femminili, per esempio l’endometriosi, un’infiammazione delle tube o delle ovaie, la presenza di fibromi e polipi dell’utero o del collo dell’utero.

Se la sofferenza è ricorrente e l’intensità del dolore è tale da compromettere la propria quotidianità, è opportuno eseguire una visita ginecologica ed eventualmente un’ecografia pelvica per escludere la presenza di cause organiche.

 

Riferimenti:

Cfr. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmedhealth/PMH0072508/  

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cerca