Http O.aolcdn.comhssstoragemidasee5d540422781654bf4a9cbc46fb3b23205728337wllie+krammer+black+and+white

Ellie Kammer, arte ed endometriosi

Una donna su dieci ha l’endometriosi, e l’artista australiana Ellie Kammer è una di loro. Ha deciso di usare l’arte come strumento per far conoscere e per finanziare la ricerca in Australia.

L’utilizzo di immagini forti per far pensare

“Questa malattia è uno schifo,”

ha detto Kammer all’HuffPost Australia.

Una donna su 10 cel’ha, e causa infertilità nel 50% dei casi, è cronica, incurabile e il tempo medio che una donna deve soffrire prima che le venga diagnosticata è di media di 10 anni in Australia.

E’ un inferno sentirsi dire che non hai nulla che non va da diversi dottori, o che sono semplicemente dolori mestruali o peggio che è tutto nella tua testa. E’ stancante, ti isola e ti fa stare male ed è il risultato dell’ignoranza riguardo questa malattia.”

Dolore - Endometriosi

Questa ignoranza è solo una delle ragioni per cui Kammer ha deciso di fare dell’endometriosi il cardine della sua arte.

“E’ importante per me diffondere la consapevolezza che questa malattia c’è,” dice Kammer. “Spero che le mie immagini aiutano ad essere più forti.

L’artista crede che non ci sia niente di più liberatorio che accettare se stessi e sentirsi a proprio agio con chi siamo, Ellie spera però che la crudezza dei suoi disegni possa essere di conforto a tutte coloro che si sentono diverse o incomprese.

Crudo‘ è una parola che spesso viene usata per descrivere le opere di Kammer, che ha ammesso di volersi deliberatamente sentire a disagio guardandole.

“Fa si che ci si ponga delle domande come ‘Perche mi sento a disagio guardandole? Perché le amo? Perché le odio?’ Questo dialogo interno è speciale soprattutto quando ciò che vedi quasi non ti piace” ha detto a Metro UK. “Sono ispirata dalla mia stessa battaglia contro endometriosi e adenomiosi, ma penso che i miei disegni raccontino una storia più grande riguardante la dfficoltà di molte donne ad accettare se stessi di fronte a cambiamenti fisici per cui non può esserci fornito aiuto.”

E.Kammer, Endometriosis (Reclamation), Olio su tela,  153 x 122cm

Il suo caso di endometriosi

In termini del proprio percorso sanitario, Kammer racconta che è stato un lungo e stremante percorso che l’ha portata al punto in cui è oggi.

“L’endometriosi mi è stata diagnosticata a Dicembre del 2015 tramite laparoscopia,” ha detto. “Ho combattuto duramente per affrontare tutto ciò… a 24 anni non ero pronta per sentirmi dire che avevo un disturbo incurabile con opzioni per il trattamento invasive e pesanti. Odiavo anche che ci fossero pochissime informazioni riguardo questa malattia. Ho combattuto fortemente per trovare anche solo qualche informazione che mi dicesse cos’è e come gestirla. Sono diventata piuttosto depressa.”

Quest’anno per la pittrice è stato ancora più duro. E’ stata ricoverata perchè – ha detto Kammer – era così presa dal dipingere ogni giorno che non si è nemmeno accorta di aver contratto un’infezione al rene che si è manifestata.

Dopo qualche settimana che si sentiva poco bene ha deciso che forse era il caso di fare un controllo, quindi ha chiamato il suo medico che dopo una visita le ha detto che l’operazione era urgente, quindi tre giorni dopo l’ha affrontata. Così la sua endometriosi (che era ovunque) è stata rimossa, dopo aver subito numerosi tipi di azioni sul suo corpo, la diagnosi successiva fu adenomiosi.

Beneficenza

Per quanto riguarda le azioni della 26enne successivamente all’operazione, ha deciso di fare un’asta per il ritratto di Lena Dunham a Novembre e ha donato il 100% dei profitti  a Endometriosis Australia.

Ha anche lanciato una campagna per raccogliere fondi decidendo di lavorare full-time come artista per i prossimi 12 mesi , questa volta soffermandosi su malesseri cronici e relazioni.

I quadri dell’artista sono molto forti, per questo quelli più forti abbiamo deciso di non inserirli in questo articolo, li potete trovare  sul sito di Ellie Kammer.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cerca