77967204 - Supportive Mother Helping Her Worried Teenage Daughter

Adolescenza: attenzione ai dolori mestruali molto forti.

L’Endometriosi può segnalare i primi sintomi, già in adolescenza, a partire dal primo ciclo mestruale. Pensiamo solo che 2/3 delle pazienti affette dalla malattia, avvertivano i primi sintomi già prima dei 20 anni. Recenti statistiche segnalano un’incidenza dell’8% dell’endometriosi nelle adolescenti che presentano dolori mestruali con tendenza a peggiorare nel corso del ciclo.

Educarsi ad un ascolto attivo dei sintomi:

E’ importante che l’educazione, in famiglia e nei luoghi ad essa deputati, come la scuola, possano accompagnare le giovanissime verso un ascolto attivo del proprio corpo. Per ascolto attivo intendiamo un’attitudine già in adolescenza ad approfondire le cause dei dolori quando si manifestano in maniera acuta e ricorrente. Troppo spesso ad esempio, assistiamo ad una tendenza a normalizzare il dolore mestruale, come aspetto del ciclo, senza esaminare l’intensità e il carattere della manifestazione.

Confrontati! Esprimi i tuoi dubbi:

Confrontarsi con i pari, aiuta la ragazza a individuare per prima eventuali anomalie dei propri sintomi mestruali. Parallelamente, parlare educa a non tenere per sé i propri dubbi, che vanno risolti attraverso il consulto medico specialistico. In questo caso, il primo passo da effettuare è una visita ginecologica, attraverso la quale eseguire la prima anamnesi, per poi procedere eventualmente con ulteriori indagini.

La stanchezza è un altro campanello d’allarme:

La malattia, se presente, può incidere significatamene sul livello di attenzione. Infatti l’endometriosi spesso comporta una sensazione di stanchezza persistente, apparentemente immotivata. Ciò, può comportare frequenti assenze da scuola, con problemi a svolgere attività motorie.

 Se avverti:

  • sensazione di spossatezza e affaticamento frequenti
  • ciclo abbondante, irregolare, molto doloroso
  • spotting intermestruale (perdite ematiche marroni tra una mestruazione e l’altra)
  • disturbi intestinali ricorrenti (stitichezza, diarrea, dolori durante la defecazione)
  • difficoltà dell’orinare: dolore o bruciore durante la minzione, cistiti
  • nausea e disturbi gastrici
  • dolore pelvico cronico

Se avverti frequentemente uno o più di questi sintomi, segnala come ti senti ai famigliari e allo specialista. La diagnosi precoce nel caso dell’endometriosi è molto importante.

Per la prima visita, può essere molto utile portare con sé un diario dei sintomi, che ti aiuterà a spiegare con precisione la localizzazione del dolore, e con quale ricorrenza e intensità si manifesta.

Un accertamento serve in primo luogo ad escludere una causa. Laddove, invece vi sia presenza di malattia, sarà il tuo corpo a ringraziarti per esserti presa cura di te stessa. Conoscere il tuo corpo ti permette di prendere consapevolezza di te stessa e di sentirti più forte.

A cura della Fondazione Italiana Endometriosi

Per leggere nel dettaglio la Campagna di sensibilizzazione rivolta alle adolescenti, promossa dalla Fondazione, vai al link:

http://www.endometriosi.it/che-cose-lendometriosi/giovani-donne/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cerca