How And Where To Buy A Trampoline

Dove possono localizzarsi le lesioni endometriosiche

L’endometriosi è una malattia in cui il tessuto dell’utero (endometrio) inizia a crescere all’esterno della cavità uterina. Ciò provoca lesioni, cisti o noduli che possono portare ad un dolore intenso, in particolare nel periodo perimestruale e durante la mestruazione e nel periodo dell’ovulazione dove a volte il dolore può estendersi per molti giorni, e all’infertilità.

Queste lesioni possono essere trovate in varie parti della pelvi, colpendo gli organi in essa contenuti, ed in casi al di fuori della pelvi in altri organi come i polmoni e il cervello. Le lesioni devono essere rimosse da uno specialista attraverso una procedura chirurgica laparoscopica conservativa.

Le lesioni dell’endometriosi pelvica si trovano più comunemente nelle seguenti posizioni:

A carico dell’apparato genitale

  • Ovaio, che contiene gli ovociti;
  • Tube di Falloppio, che portano gli ovuli dalle ovaie all’utero;
  • Peritoneo (la parete laterale pelvica);
  • Douglas o Cul-de-Sac (la zona più bassa della cavità peritoneale che si trova tra la parete posteriore dell’utero e la parete anteriore del retto);
  • Setto retto-vaginale (una sottile struttura che separa il retto dalla vagina):
  • I legamenti Uterosacrali, che collegano il sacro (il grande osso triangolare alla base della spina dorsale) alla parete posteriore dell’utero, all’altezza della parte superiore del collo uterino.
  • I legamenti rotondi, due legamenti che partono dall’angolo superiore del corpo dell’utero e si dirigono lateralmente al bacino osseo entrando nel canale inguinale;
  • Vagina (pareti vaginali e fornici della vagina);
  • Vulva e perineo.

Al di fuori dell’apparato genitale

  • Parete addominale, iatrogena, dopo interventi chirurgici che comportino incisioni e manipolazioni dell’utero (es. parto cesareo);
  • Cicatrici dell’addome;
  • Vescica;
  • Intestino;
  • Appendice;
  • Colon-sigma;
  • Retto.

La rimozione completa di tutti i focolai di malattia può determinare la guarigione dall’endometriosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cerca